blog

Inaugurazione del primo store Jeep europeo a Monaco

L'inaugurazione del primo store Jeep europeo, a Monaco di Baviera, è stata accompagnata dalla diffusione in ambiente di un profumo boisé dal carattere speziato, con note citriche di testa che lo rendono fresco e leggero.

 

 

 

Inaugurazione del primo store Jeep europeo a Monaco

Aromi e salute: i benefici delle essenze citriche sulla psiche

Profumi e benessere mentale: la stretta interconnessione tra recettori olfattivi e cervello crea un legame diretto tra i profumi che percepiamo e la nostra psiche. Gli effetti calmanti della lavanda ormai noti da tempo, ne sono un esempio. Nuove ricerche dimostrano ora che anche gli aromi citrici hanno importanti proprietà rilassanti ed antistressanti.

A seguito di una serie di test con l'aroma di arancia e altri frutti agrumati, Barbara Thomley, coordinatrice del programma di Medicina Complementare ed Integrativa della Mayo Clinic, sostiene che:“Sulla base di ciò che abbiamo visto sui nostri pazienti, sentire anche solo per pochi secondi il profumo (dell'arancia) può fare davvero la differenza. Con qualsiasi odore citrico, il senso di ansia diminuisce". 

Parallelamente, uno studio della Northumbria University dimostra come l'essenza di limone sia in grado di migliorare le perfomance cognitive e l'umore.

http://www.prevention.com/mind-body/emotional-health/scent-citrus-shown-reduce-stress#.

 

Aromi e salute: i benefici delle essenze citriche sulla psiche

Integra Fragrances sulla rivista

Il marketing invisibile

Vi è mai capitato di entrare in un negozio e avvertire per esempio un profumo di fiori, leggero ed elegante, senza riuscire però con certezza a individuarne la fonte? Avete mai percepito un’inconfondibile sensazione di freschezza e naturalezza in un reparto ortofrutta al supermercato, simile a quella che si potrebbe provare in un campo di menta o sotto un albero di cedro? Ecco: questo è il potere del profumo. Un potere invisibile che ci spinge inconsapevolmente a trascorrere più tempo all’interno del punto vendita o a spendere di più. Solo da qualche anno si è affermato il cosiddetto marketing olfattivo, ma il profumo è una leva che nella letteratura è sempre stata riconosciuta come largamente influente sul comportamento del consumatore. Agli albori del marketing moderno, Philip Kotler parlava di atmosfera del punto vendita, e di come fosse possibile progettare ambienti di acquisto in grado di produrre effetti emotivi specifici nel consumatore, per aumentare la probabilità di acquisto. L’atmosfera è percepita attraverso i sensi, e non in base a processi di tipo razionale-economico. Gli stimoli olfattivi, più di tutti gli altri, hanno un’elevata valenza evocativa, colpiscono maggiormente la percezione e restano impressi a lungo nella memoria. La comunicazione olfattiva è in grado di veicolare messaggi che possono condizionare fortemente specifici atteggiamenti e comportamenti del consumatore: l’attivazione dell’attenzione, il consolidamento dell’immagine aziendale, l’intensificazione della relazione tra brand e cliente, il ricordo. Senza dimenticare che la comunicazione olfattiva opera su un canale non saturato da messaggi ridondanti e coinvolge emotivamente il destinatario del messaggio. Nonostante ciò, l’olfatto è stato fino a qualche anno fa il senso meno sfruttato dal marketing, per lo più per ragioni tecnologiche: limiti tecnici qualitativi non consentivano di raggiungere per questa via risultati soddisfacenti. I profumi utilizzati erano a base solida e venivano fatti evaporare attraverso antiestetiche e inaffidabili ventoline: il futuro veniva solo immaginato (e auspicato) dagli specialisti del retail. Poi le cose sono cambiate: la tecnologia si è evoluta, e ha permesso di profumare anche grandi ambienti in poco tempo con una qualità eccellente della nota olfattiva. E c’è chi ha saputo cogliere l’attimo, fondando il proprio business su questa nuova possibilità del marketing. è il caso della reggiana Integra Group...

 

http://www.imprenditori.it/2013/10/07/il-marketing-invisibile/ 

 

07/10/2013

Integra Fragrances sulla rivista

Neuromarketing e olfatto: le scelte inconsce dei consumatori

Come pensano i consumatori? Questa è la domanda a cui risponde il neuromarketing. Oltre il marketing, per analizzare più approfonditamente i meccanismi che determinano le scelte d’acquisto, quelle scelte fatte inconsciamente senza l’intervento della parte razionale del cervello.

Quando chiedete ad un consumatore le motivazioni che l’hanno portato ad acquistare un prodotto piuttosto che un altro, vi risponderà: comodità, design, convenienza,… Ma c'è una differenza tra ciò che pensiamo e ciò che pensiamo di pensare! Le motivazioni date dai consumatori incidono solo in minima parte sulle reali ragioni d'acquisto, che sono invece sconosciute anche al consumatore stesso in quanto subconsce ed altamente emozionali. 

Un recente articolo di Micheal Lieberman porta un esempio di come il neuromarketing abbia dimostrato l'influenza dell'odorato sulle scelte d'acquisto.


http://www.square2marketing.com/blog/bid/147402/The-Smelly-Side-Of-Neuromarketing-Enticing-Your-Prospects-Noses


Neuromarketing e olfatto: le scelte inconsce dei consumatori

Temporary fragrance nel flagship store milanese di Diesel

Accordo di legni bianchi, caldo e vellutato, è la temporary fragrance che accoglie i clienti nel flagship store Diesel a Milano. Il profumo, diffuso su tutti i piani del negozio, è una nota dalle sfumature maschili, complessa combinazione di legni, talco e cypriol, che debutta con note agrumate di testa che le conferiscono leggerezza e freschezza.

 

10/05/2013

Temporary fragrance nel flagship store milanese di Diesel

Integra al Salone del Mobile di Milano 2013: ecco le foto e il video!

I 7 spazi dell'allestimento dello Studio Marco Piva sono profumati con altrettanti profumi, coerenti con i colori e l'architettura, attraverso diffusori non a vista.

 

 

  

 

 

 

Il diffusore Aroslim in alluminio anodizzato si integra perfettamente nel contesto dell'allestimento dello studio di architettura e design N.O.W Lab, contribuendo a renderlo ancora più rilassante grazie alla diffusione di un delicato profumo di menta.





 

  

Il progetto Cmr profuma il corridoio di ingresso con una gradevole fragranza acquatica e aldeidata diffusa in ambiente con sistema indiretto Ecoscent. Il corpo principale dell'allestimento è invece accompagnato da un profumo di legni dolci, leggermente talcato.




Intervista a Lorenzo Cotti

Integra al Salone del Mobile di Milano 2013: ecco le foto e il video!